Pubblicato in Gazzetta Ufficiale il primo dei tre decreti sulla Farmacia dei Servizi



Dopo una lunga attesa è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il primo dei tre decreti del ministro Fazio che danno il via libera alla Farmacia dei Servizi: il provvedimento è quello sulle prestazioni analitiche erogabili dai presidi.
La Convenzione fissa principi e criteri per la remunerazione dei servizi da parte del SSN, fatta salva la condizione che non si determinino oneri aggiuntivi per le Regioni. Inoltre, stabilisce, “i principi ed i criteri in base ai quali i correlati accordi regionali fissano i requisiti minimi di idoneità dei locali” dove vengono erogate le prestazioni. Per tali servizi, autocontrollo compreso, “le farmacie utilizzano spazi dedicati e separati dagli altri ambienti, che consentano l’uso, la manutenzione e la conservazione delle apparecchiature”.
Aggiornamenti positivi anche in relazione al decreto che riguarda l’ingresso in farmacia di altri professionisti della Sanità. Il Consiglio dei Ministri ha, infatti, dato il via libera al ddl omnibus sulla sperimentazione clinica e la riforma degli ordini che, all’art.10, modifica il decreto legislativo 153/2009 inserendo accanto agli infermieri anche i fisioterapisti.
“Siamo molto soddisfatti per la pubblicazione in Gazzetta ufficiale del decreto sulle prestazioni analitiche, è il coronamento di lunghi anni di lavoro per offrire al cittadino una farmacia nuova e all’avanguardia, capace di erogare tanti servizi utili. Siamo giunti alla fase conclusiva dell’iter partito con la Legge 69/2009: la farmacia dei servizi permetterà al farmacista di offrire un ampio ventaglio di prestazioni e di collaborare anche alla prevenzione primaria accanto ai medici di famiglia”.